Una rassegna delle notizie più interessanti sul tema della prostata tratte da riviste scientifiche autorevoli, per mantenersi aggiornati in ambito di diagnosi, prevenzione, terapie e prospettive per il futuro.

29 Maggio 2019

Intelligenza artificiale per predire i sintomi del cancro

I medici potrebbero iniziare a curare il cancro grazie all’intelligenza artificiale ed al machine learning che sembrerebbero in grado di prevedere i sintomi e la loro gravità nel corso del trattamento di un paziente. La novità nell’ambito dell’intelligenza artificiale arriva dalla University of Surrey.
LEGGI L’ARTICOLO
22 Maggio 2019

Recupero della funzione erettile dopo prostatectomia: cosa dicono i dati?

Quali sono le probabilità di riconquistare potenza dopo l'intervento chirurgico per il cancro alla prostata? Come è cambiata nell'ultimo decennio? Se lo è chiesto un recente studio pubblicato sulla rivista European Urology.
LEGGI L’ARTICOLO
08 Maggio 2019

Prostatectomia o sorveglianza attiva: riparliamone!

Prostatectomia o sorveglianza attiva per affrontare il tumore? A distanza di 30 anni i dati sembrano essere in favore della chirurgia: a riaprire il dibattito il New England Journal of Medicine.
LEGGI L’ARTICOLO
20 Aprile 2019

Tumori urologici e rischio di suicidio

Secondo un sondaggio condotto nel Regno Unito, i pazienti con cancro urologico – che può interessare la prostata, la vescica o il rene – sono cinque volte più a rischio di suicidio rispetto alle persone che non hanno il cancro.
LEGGI L’ARTICOLO
19 Aprile 2019

Cancro alla prostata: prevedere il decorso della malattia

Come fa una cellula normale a trasformarsi in un cancro letale? Per provare a rispondere a questa domanda i ricercatori della Charité - Universitätsmedizin Berlin hanno esaminato il genoma del tumore di quasi 300 pazienti affetti da tumore alla prostata.
LEGGI L’ARTICOLO
16 Aprile 2019

Alcol e cancro alla prostata: iniziare a bere presto fa male

Iniziare a consumare alcol precocemente può aumentare le probabilità di cancro alla prostata di grado avanzato in età adulta. Sono i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista Cancer Prevention Research.
LEGGI L’ARTICOLO